HOME  |  PRESENTATION  |  ROUTE  |  LOGISTICS  |  CONTACT US
  Italiano  Espaņol
Media Partner
Rai Sport
NOW ARE OPEN
On-Line
Subscriptions
Dear Cyclist,
you can now subscribe to the GranFondo Terre dei Varano.
How to subscribe
CONSULTA IL
Regolamento
Ufficiale
Dear Cyclist,
č disponibile il regolamento ufficiale aggiornato della manifestazione.
Consulta il Regolamento
TESTIMONIAL
Luca
      Panichi
Cycling is a sunbeam that refreshes you in the desert
FEEDBACK
About Us
09/05/16 - Christian Barchi:
complimenti per tutto amico mio!!!! grandi come sempre
Guarda gli altri feedback
PREVENZIONE
Danno da
   Stress
Dear Cyclist,
partecipa al progetto e riceverai gratuitamente i risultati dell'analisi del tuo DNA.
Show results
 
Associazione Raffaello
 
Granfondo gemellata con:

La Granfondo Terre dei Varano č gemellata con Corsa per Haiti

Gran Fondo MTB 9 Fossi - Cingoli

Gran Fondo Diavolo in Versilia

Granfondo Stelvio Santini
 

Presentation

Guarda il video Guarda il video

Purtroppo è successo.
E' stata una catastrofe di dimensioni immense.
Camerino e tutto il territorio montano si sono trovati a fronteggiare una situazione di incalcolabile dolore e distruzione, probabilmente una delle più grandi catastrofi che abbiano sconvolto l'Italia.
Fortunatamente non abbiamo avuto né morti e né feriti, ma ugualmente le nostre anime sono squassate dall'immane dolore che proviamo per la nostra stupenda città così tanto gravemente martoriata.
Tutti ci siamo trovati improvvisamente spaesati e impauriti, senza una casa, senza un lavoro, in molti costretti a trovare una sistemazione lontano dal nostro territorio.
Il centro storico, il vero cuore della nostra città, è stato completamente evacuato e dichiarato Zona Rossa quindi off limits con tutti gli accessi controllati dall'Esercito.
Poi col passare del tempo abbiamo subito un'altra catastrofe, ancora più grave dello stesso terremoto: l'incapacità dello Stato di restituirci la speranza per il futuro.
Abbiamo assistito alle innumerevoli passerelle di tutti i nostri politicanti, abbiamo ascoltato le loro promesse “ non vi lasceremo mai soli” e infatti come volevasi dimostrare a 15 mesi dal sisma abbiamo ancora le macerie in terra e non si intravede la benché minima intenzione di voler ricostruire e dare una dignità ad un territorio che rischia di scomparire.
Noi ci ribelliamo di fronte a tutta questa negligenza e faremo di tutto per risollevarci e ripartire, confortati in questo dalla smisurata solidarietà che tutti gli Italiani ci hanno manifestato.
Lotteremo con tutte le nostre forze per ricostruire questa stupenda terra e restituirle lo splendore che merita e che ha sempre avuto.
Se attraverso la nostra amata Granfondo vogliamo dare un segnale di rinascita per dire che vogliamo ripartire, allo stesso tempo lanciamo alto il nostro grido di dolore accusando lo Stato e la Regione di averci abbandonato al nostro destino.
Pur con tutte le limitazioni e le difficoltà che ci sono, vogliamo assolutamente che la bella storia della Terre dei Varano continui, che non vadano dispersi i valori che abbiamo voluto trasmettere con le precedenti edizioni.
Sarà certamente una TdV diversa dal solito, sarà un'occasione per stare ancora insieme e pedalare per un territorio che non vuole arrendersi, denunciando l'inerzia e l'incapacità delle istituzioni.
Saranno con noi molti campioni del presente e del passato con in testa Jury Chechi.
Pedaleremo pensando a Michele Scarponi, purtroppo tutti sappiamo la tremenda disgrazia occorsa, lo ricorderemo per la stupenda persona che era e per tutto il bene che ha saputo diffondere nelle persone che hanno avuto il privilegio di conoscerlo.
Ci accingiamo ad organizzare questa X° edizione con emozione, come se fosse la prima, perché sicuramente rappresenta lo spartiacque tra il prima e il dopo di un evento che ha cambiato la vita del nostro territorio e vogliamo che ne rappresenti con orgoglio la rinascita.
Grazie di esserci.

Camerino

Camerino, in the province of Macerata, is located 670 meters above sea level, between the valleys of the Potenza and Chienti rivers and close to the Sibillini Mountains.
Camerino bandiera arancione Touring Club ItalianoIts position has for a long time enabled the city to retain considerable autonomy from all the power centers of the surrounding areas, since the time when it was subject to Roman rule.
For many years it played an important role in the political and cultural history of central Italy, especially in the centuries in which the Dukes of Da Varano ruled the city, leaving their mark visible even today on the coat of arms of the municipality of Camerino, by developing urban planning and by encouraging the development of the university which is still one of the jewels of the city.

Watch the video
The urban layout of the medieval city is visible even today. In the Middle Ages most prominent was the great defensive work of the “Intagliata”, a fortification wall of about 10 km built in the late fourteenth century.
The current structure of Piazza Cavour is the result of continuing restoration work dating back from the sixteenth century, many traces of which remain, such as the statue of Sixtus V.
The Cathedral was badly damaged by the earthquake which two hundred years ago, destroyed much of the town of Camerino.
Camerino - Teatro Filippo Marchetti
Teatro Filippo Marchetti
Beside the church is the Archbishop's Palace (Palazzo Arcivescovile), with its arcades and renaissance style. Inside it is possible to visit the Diocesan Museum "Giacomo Boccanera" The Ducal Palace was the residence of the Da Varano, and is today the seat of the University of Camerino.
From the Renaissance courtyard and terraces can be enjoyed a beautiful view of the Sibillini Mountains.
Walking along the Arengo, now Corso Vittorio Emanuele II, a few meters from the square is the Palazzo Bongiovanni rooms decorated with fine paintings.
Today it houses the museum of Camerino. Inside the palace is the nineteenth-century theatre, the Filippo Marchetti.
The Baroque church of San Filippo which was recently restored, houses the canvas of the Madonna e San Filippo Neri by G.B. Tiepolo and is located near the church of San Giovanni in Peschiera.
The complex of the Convent of San Domenico, built after it was sacked in 1259 in the Swabian town of San Venanzio, has undergone several changes.
In the present day it houses the Art Gallery and Museum and the University Museum of Natural Sciences.
Cesare Borgia, the notorious Duke of Valentino celebrated by Machiavelli, left his great mark in the Castle of Borgia (Rocca Borgesca).
A walk through the hills and countryside that surround Camerino will give an opportunity to admire the impressive defensive work that the Da Varano created by building fortresses, castles, churches and fortified towns.
Camerino - Rocca Varano
Rocca Varano